Esistono davvero i formaggi naturalmente senza lattosio?

L’intolleranza al lattosio è una delle più diffuse in assoluto: questo significa dover dire addio ai formaggi?
In linea di massima la risposta è semplice: no! Perché alcune eccellenze casearie italiane vengono prodotte in modi che rendono certi prodotti naturalmente privi di lattosio.

Scopriamo a quali formaggi ci si riferisce quando si dice “naturalmente senza lattosio”.

Cosa si intende per “senza lattosio”?

Una prima informazione da specificare è che, in realtà, non esistono formaggi completamente senza lattosio: si tratta infatti di prodotti con una quantità di lattosio così bassa che molto difficilmente potrà creare effetti negativi su un corpo che ne è intollerante.

Questo abbassamento radicale del lattosio è dato dal processo di preparazione di alcuni formaggi: durante la fermentazione il lattoso viene a contatto con batteri che lo trasformano in acido lattico(non dannoso per gli intolleranti).
Questo processo di annientamento del lattosio diventa ancora più efficace durante tutto il percorso della stagionatura (specialmente se lunga), dove il lattosio viene quasi del tutto eliminato.

Quali formaggi si possono mangiare senza paura?

Per questo ci sono due formaggi particolarmente adatti a chi è intollerante al lattosio: il Gorgonzola e il Parmigiano Reggiano.

Queste due specialità casearie possono essere mangiate assolutamente senza timori da chi ha sviluppato intolleranze al lattosio.

Il Gorgonzola è infatti sottoposto una triplice fermentazione, mentre il Parmigiano viene fatto stagionare fino a 36 mesi: questo garantisce una presenza di lattosio inferiore allo 0,01%.

Quali mangiare in piccole dosi?

Può essere mangiato, ma con più cautela, anche il Pecorino: questo tipo di formaggio viene infatti sottoposto alla pressatura, cioè un processo durante il quale viene espulso il siero e quindi in gran parte anche il lattosio presente nel prodotto.
Deve però trattarsi di un pecorino molto stagionato: un buon esempio indicativo è il Pecorino delle Crete Senesi che, in una sua varietà, viene stagionato tra i 7 e gli 8 mesi.

Un discorso leggermente diverso va fatto per la Mozzarella di Bufala, che è un formaggio fresco e dunque non sottoposto ad alcuna stagionatura.
Infatti si tratta di un formaggio che contiene lattosio, ma in quantità decisamente più basse rispetto a molti altri prodotti caseari freschi.
Va dunque inserita tra i formaggi che possono essere mangiati se si è intolleranti allo zucchero del latte, ma non in completa tranquillità e in dosi non eccessive.

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *