Le ricette San Lorenzo: Torta sbrisolona allo zabajone

Idee e consigli per un risultato a prova di chef
Sei un asso in cucina e ami passare le ore tra forno e fornelli? Hai il fisico da sollevatore di forchette e cerchi nuovi sapori? Vuoi sorprendere amici e famiglia per il fine settimana? Ci pensa il Signor Gourmand, lo chef San Lorenzo che ogni venerdì fornisce consigli, menù e ricette per preparare piatti davvero squisiti e personali, perfetti un weekend in compagnia. Per rompere la routine sui fornelli e scoprire l’Italia dei sapori!

Torta sbrisolona allo zabajone
Cosa c’è di meglio che unire una torta tradizionale mantovana alla più amata e classica delle creme, lo zabajone? Entrambe le componenti di questo dolce hanno origini legate alla storia italiana, per quanto a volte un po’ avvolte dal mistero.

L’origine dello zabajone in particolare è molto contesa: una versione della storia lo attribuisce a un capitano che, arrivato a Reggio Emilia e ritrovandosi senza cibo, prese dai contadini della zona solamente uova, zucchero e qualche bottiglia di vino. Fece quindi mescolare tutto insieme creando così un antenato dello zabajone! C’è chi invece ne attribuisce la nascita al Piemonte o deriva il suo nome da una densa bevanda proveniente dalle coste veneziane della ex Jugoslavia, la “zabaja”.

La sbrisolona invece è una torta emblema della pasticceria mantovana. Il suo nome deriva dalla friabilità del suo impasto e dalle briciole che si formano quando viene tagliata. L’origine di questo dolce è sicuramente contadina e la si preparava in occasioni speciali, come per un matrimonio o per la nascita di un bambino.

Un dolce che unisce in sé luoghi e tempi lontani, la torta sbrisolona allo zabajone ha un sapore e una consistenza irresistibili!

• Ingredienti (Per 6 persone)

– 100 gr di burro
– 125 gr di farina bianca 00
– 75 gr di farina gialla fioretto
– 100 gr di nocciole tritate
– 2 tuorli d’uovo
– 90 gr di zucchero vanigliato
– mezzo bicchierino di liquore all’anice
– zucchero a velo
– Crema di Zabajone al Marsala o all’arancia

• Come farlo

1) Impastare la farina fioretto e quella 00 con il burro e le nocciole tritate. Aggiungere le uova, lo zucchero e il liquore. Continuare a lavorare il composto.

2) Trasferire l’impasto in una teglia. Cuocere per 20 minuti in forno preriscaldato a 180°.

3) Sfornare quindi la sbrisolona e spalmare un velo di zabajone omogeneamente su tutta la superficie della torta.

4) Tagliarla servendola con una spolverata di zucchero a velo.

Buon appetito!

• Consigli

La crema allo zabajone all’arancia San Lorenzo è di estrema qualità e sarà in grado di dare il tocco da chef su questa torta.

Si tratta di una crema davvero perfetta su torte, biscotti, ma è eccellente anche da sola: lasciatevi coccolare da un dolce pronto per essere mangiato – specialmente quella alla arancia è davvero eccezionale a colazione!

Un gusto classico e intramontabile che nella sua semplicità non smette mai di stupire.

Un’altra accortezza fondamentale per la buona resa dell’impasto è la scelta delle nocciole da tritare: sempre meglio puntare in alto, verso l’eccellenza. Cosa c’è di meglio dunque delle strepitose Nocciole piemontesi IGP?

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *