Le ricette San Lorenzo: Torta d’autunno con speck d’oca, porcini e castagne

Sei un asso in cucina e ami passare le ore tra forno e fornelli? Hai il fisico da sollevatore di forchette e cerchi nuovi sapori? Vuoi sorprendere amici e famiglia per il fine settimana? Ci pensa il Signor Gourmand, lo chef San Lorenzo che ogni venerdì fornisce consigli, menù e ricette per preparare piatti davvero squisiti e personali, perfetti un weekend in compagnia. Per rompere la routine sui fornelli e scoprire l’Italia dei sapori!

Torta d’autunno con speck d’oca, porcini e castagne
L’autunno condensato in una torta salata sfiziosa e fragrante. Questa ricetta mischia il gusto saporito e particolare dello speck d’oca affumicato all’aroma montano dei funghi porcini. A terminare il tutto c’è la castagna con il suo sapore dolce e nocciolato: la regina indiscussa della stagione. Il piatto che proponiamo può essere servito sia come antipasto che come piatto unico ed è ideale anche per essere consumato nei giorni successivi la preparazione. Iniziamo!

Ingredienti (per circa 7 persone)

– 200 g di funghi porcini freschi, secchi o sott’olio
– 300 g di farina 00
– 1 bustina di lievito in polvere per pizza
– 150 ml di latte
– 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
– 3 uova
– 100 g di speck affumicato d’oca (in alternativa: speck classico o pancetta)
– 100 g di castagne bollite e sbucciate
– 80 g di Parmigiano Reggiano DOC grattugiato
– 1 testa d’aglio (facoltativo)
– sale q.b.

Come procedere

– Se disponi di funghi porcini freschi, puliscili con cura raschiando via la terra dalla superficie usando un coltello. Elimina la base. Tagliali a tocchetti.
Se hai scelto di utilizzare dei porcini secchi, dopo averli fatti rinvenire in acqua per qualche minuto, tagliali allo stesso modo.
Se usi dei funghi porcini sott’olio, scolali e procedi al taglio. Potrai non cucinarli in padella.

– Cuoci i porcini in una padella in un filo d’olio rosolato con uno spicchio d’aglio. Quando si saranno ammorbiditi, aggiungi un pizzico di sale.

– In una ciotola mischia i secchi: la farina 00 e il lievito in polvere.

– Unisci dunque i liquidi: latte e olio. Impasta il composto fino a che non risulterà compatto e lascialo riposare a parte.

– In un’altra ciotola sbatti due uova con il Parmigiano Reggiano e un pizzico di sale. Aggiungi lo speck d’oca tagliato a cubetti, le castagne e i funghi tiepidi. Mescola il tutto.

– Dividi l’impasto in due parti: una il doppio dell’altra. Stendi la più piccola con un mattarello e disponila in uno stampo circolare per torte, ricoperto di carta forno.

– Versa all’interno dello stampo il ripieno con lo speck, le castagne e i funghi.

– Stendi l’impasto che resta e chiudi la torta. Bucherellalo un po’ con la forchetta.

– Spennella con l’uovo la superficie e fai cuocere la tua torta salata per circa 40 minuti a una temperatura statica di 180°C.

I consigli da chef del Signor Gourmand

La torta d’autunno è un piatto semplicissimo da realizzare. Come in tutte le ricette semplici, questo significa non lesinare sulla qualità degli ingredienti, che dovranno essere saporiti e ricercati.
Iniziamo dallo speck d’oca affumicato. Come indicato, è possibile sostituirlo con lo speck classico o con la pancetta, ma rinunciando a un tocco elegante alla ricetta. Lo speck d’oca è essenziale per il suo aroma leggero e versatile, connotato da una stagionatura con legno di faggio che lo rende simile allo speck di suino del Trentino ma molto più leggero. Insolito e gourmet, consiglio il taglio scelto da San Lorenzo per gustarlo sia a crudo che come ingrediente d’eccezione.

Altro tassello fondamentale sono i funghi porcini. La ricetta rende al massimo con i porcini freschi, ma resta squisita anche la versione con i funghi secchi o con quelli in olio di oliva. Questi ultimi solitamente sono poco citati, ma restano un bel modo per includere questi tesori autunnali all’interno delle ricette più varie. Ecco dunque i porcini interi in olio di oliva proposti da San Lorenzo: teneri, carnosi e squisiti.

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *